Ambrogio Cozzi

Psicoterapeuta, è membro effettivo della Scuola Europea di Psicoanalisi. Ha lavorato per molti anni in U.s.s.l. della Lombardia, in servizi per le tossicodipendenze, consultori, servizi psichiatrici, servizi per minori e per disabili. Ha collaborato a lungo con la Lega Nazionale Tumori di Milano sviluppando il progetto di assistenza domiciliare ai malati oncologici terminali. Attualmente lavora presso il Servizio di psicologia clinica del Salvini di Garbagnate Milanese.

Ha collaborato con la cattedra di Psicologia sociale del corso di laurea in Psicologia dell'Università di Padova. Ha insegnato Metodologia della ricerca in psicologia e Clinica delle tossicodipendenze all'ISFOS di Noventa di Padova, istituto di formazione post-universitario. Ha tenuto corsi di psicologia dinamica per la regione Sicilia.

Ha svolto attività di supervisione clinica in comunità per tossicodipendenti, centri socio-educativi, organizzazioni di volontariato, strutture educative per minori.

Ha fatto parte della redazione delle riviste "Il ruolo terapeutico", "Quaderni milanesi di psicoanalisi", "Pedagogika".

Tra transfert e suggestione: il caso dei farmaci antidepressivi

Contenuti
Il corso prenderà in esame come caso paradigmatico quello dei farmaci antidepressivi. A partire dai lavori di Kirsch si cercherà di isolare e valutare il ruolo dell’effetto placebo nell’utilizzo di questi farmaci. A partire da questo esempio si passerà al ruolo del transfert nell’analisi. Tale concetto verrà analizzato cercando di isolare i mutamenti storici del concetto e la loro rilevanza clinica.

Bibliografia d’esame
I. Kirsch, B.J. Deacon, T.B. Huedo-Medina, A. Scoboria, T.J. Moore, Initial severity and antidepressant benefits: a meta-analysis of data submitted to the Food and Drug Administration, In PLoS Med 5 (2008)
I. Kirsch, G. Sapirstein, Listening to Prozac but hearing placebo: A meta-analysis of antidepressant medication,in Prevention & Treatment 1 (1998)
I. Kirsch, T.J. Moore, A. Scoboria, S.S. Nicholls, The emperor’s new drugs: an analysis of antidepressant medication data submitted to the US Food and Drug Administration,Prevention & Treatment 5 (2005)
J. Moncrieff, I. Kirsch, Efficacy of antidepressants in adults, Bmj 331 (7509), 2005
S. Freud, Dinamica della traslazione, in id., Opere, vol. VI, Bollati Boringhieri, Torino, 1974, pp. 523 – 531
S. Freud, Ricordare, ripetere, rielaborare, in id., Opere, vol. VII, Bollati Boringhieri, Torino, 1975, pp. 353 - 361
S. Freud, Osservazioni sull’amore di traslazione, in id., Opere, vol. VII, Bollati Boringhieri, Torino, 1975, pp. 362 - 374
J. Lacan, Intervento sul transfert, in id., Scritti, Einaudi, Torino, 1951, vol. I

Concetti fondamentali della psicoanalisi

Contenuti
Il corso verterà sull’individuazione del concetto di coscienza e sulla correlazione tra disturbi di coscienza e patologia.
In particolare verranno approfonditi alcuni concetti correlati alla coscienza e rintracciate le differenze o le analogie con concetti psicoanalitici.
Per quanto riguarda la coscienza si indagheranno gli approcci emergentisti e quelli del global network space. Si cercherà di collegare questi approcci ai problemi diagnostici, attraverso la distinzione e l’intersezione tra problemi organici e problemi psichici. La ricerca di aree di sovrapposizione sarà il tema principale del corso.
La bibliografia è molto estesa, e durante il corso verranno indicate le parti ritenute di base e quelle di approfondimento.

Bibliografia
J. Lacan, Il seminario. Libro XI. I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi (1964), Einaudi, Torino, 2003
S. Freud, L’Io e l’Es, in id., Opere, vol. IX, Bollati Boringhieri, Torino, 2006, pp. 471 – 520
M. Iacoboni, I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri, Bollati Boringhieri, Torino, 2008
V. Gallese, P. Migone, M. N. Eagle, La simulazione incarnata: i neuroni specchio, le basi neurofisiologiche dell’intersoggettività ed alcune implicazioni per la psicoanalisi, in “Psicoterapia e scienze umane”, 2006, XL, 3: 543-580
V. Gallese, Dai neuroni specchio alla consonanza intenzionale. Meccanismi neurofisiologici dell’intersoggettività, in “Rivista di Psicoanalisi”, 2007, LIII, 1, 197-208
G. Hickok, Il mito dei neuroni specchio. Comunicazione e facoltà cognitive. La nuova frontiera, Bollati Boringhieri, Torino, 2015
M. Massimini, G. Tononi, Nulla di più grande, Baldini e Castoldi, Milano, 2013
G. Tononi, PHI. Un viaggio dal cervello all’anima, Codice, 2014
S. Dehaene, Coscienza e cervello. Come i neuroni codificano il pensiero, R. Cortina, Milano, 2014
Chalmers David, cur. Zippel N., Che cos’è la coscienza?, Castelvecchi, 2014
 Block N., The Canberra Plan Neglects Ground, in T. Horgan, M. Sabates, D. Sosa, Qualia and Mental Causation in a Physical World: Themes from the Philosophy of Jaegwon Kim, Cambridge University Press, 2015
N. Block, Consciousness, Big Science and Conceptual Clarity, in G. Marcus, J. Freeman, The Future of the Brain: Essays by the World’s Leading Neuroscientists, Princeton University Press, 2014
R. Lahav, What Neuropsychology Tells Us about Consciousness, in “Philosophy of Science”, Vol. 60, No. 1 (Mar., 1993), pp. 67-85

IRPA Milano

D.D. 12/10/2007 - G.U. n. 248 del 24/10/2007
via Giovanni da Procida, 35/A - Milano
tel 346.4913642

IRPA Grottammare

D.D. 15/11/2011 - G.U. n. 283 del 05/12/2011
Via G. Matteotti, 41 - Grottammare (AP)
tel. 329.8447695