Le iscrizioni alla Scuola di Specializzazione in psicoterapia IRPA per l'anno accademico 2021 sono aperte.

Scarica il modulo di iscrizione

MILANO

GROTTAMMARE

Trasformazione dei legami sociali I

Docente

Società della prestazione e discorso del capitalista. Per una sintomatologia della soggettività contemporanea

Contenuti
Il corso intende indagare il tema del legame sociale a partire dalla crisi dell’ordinamento simbolico della modernità. Più specificatamente la qualità del rapporto sociale capitalistico contemporaneo sarà analizzata, in un’ottica transdisciplinare, attraverso alcuni concetti fondamentali della psicoanalisi, delle scienze umane e della filosofia: soggettività, feticismo, discorso, fantasma, anomia, performance, ecc.. Oltre alla presentazione in aula del concetto di discorso capitalista così come sviluppato da Lacan, il filo rosso all’interno del percorso interpretativo proposto, sarà l’ipotesi della crisi irreversibile della soggettività così come si era definita nella società moderna. L’imperativo prestazionale e la diffusione della retorica manageriale neoliberale nel cuore del sociale contemporaneo produce infatti uno scenario inedito che ha profonde ricadute anche sul piano psicopatologico. A partire da ciò si tenterà dunque di argomentare nel merito come lo spazio della clinica contemporanea sia intimamente connesso con i modi della organizzazione economica e sociale e come solo interrogando tale implicazione sia quindi possibile interpretare i sintomi emergenti del contemporaneo.

Conoscenze attese
Al termine del corso, l’allievo:

  • conosce alcune delle principali tematiche attinenti la qualità e l’organizzazione del legame sociale a partire da una prospettiva di analisi interdisciplinare
  • possiede un quadro conoscitivo complessivo del rapporto tra produzione e riproduzione sociale
  • sa utilizzare alcuni concetti e strumenti di analisi che la sociologia e la psicoanalisi hanno nel tempo individuato per spiegare le azioni e le pratiche sociali emergenti.

Inoltre, al termine del corso l’allievo:

  • possiede un quadro conoscitivo complessivo dei temi che riguardano la crisi della modernità e dei suoi principali dispositivi di integrazione sociale
  • conosce i concetti teorici fondamentali sui temi affrontati, conosce e sa riconoscere le differenti prospettive interpretative impiegate nell’analisi delle questioni oggetto del corso
  • possiede un metodo per interrogare i rapporti che si istituiscono necessariamente tra comportamenti psicopatologici e qualità dei contesti sociali considerati.

Obiettivi della formazione
Il corso intende stimolare nell’allievo la formazione di una prospettiva interpretativa sul rapporto tra mente e società. Per farlo interroga alcune dei concetti più significativi emersi nelle scienze umane riguardanti la crisi della modernità e delle sue principali istituzioni. Tale obiettivo si perseguirà, principalmente, attraverso la presentazione agli allievi delle acquisizioni teoriche proposte dalla sociologia e dalla psicoanalisi lacaniana, non temendo di prendere in considerazione anche le argomentazioni delle discipline che con quest’ultime si confrontano per tangenza tematica e/o metodologica (filosofia, antropologia, ecc..). A questo scopo saranno, in primo luogo, argomentate e introdotte agli studenti alcune coordinate concettuali fondamentali sul rapporto individuo-società per poi incentrare la riflessione su alcune specifiche e paradigmatiche figure cliniche della società contemporanea. Per quanto riguarda la metodologia didattica, le lezioni di base del docente si svolgeranno in modo tradizionale, ma potranno essere accompagnate anche da altre attività come ad esempio la proiezione di film e la sua discussione in aula. Il corso pone al centro delle sue articolazioni tematiche “il legame sociale” (e la sua crisi) considerato in tutte le sue nuove dimensioni e forme psicologiche e sociali.

Bibliografia d’esame
F. Chicchi e A. Simone, La società della prestazione, Ediesse, Roma, 2017, il capitolo II e III pp. 45-121.
F. Chicchi, “Il fantasma è la finzione dell’Altro. Riflessioni sparse sulla spettralità del contemporaneo”, in Siciliano A., Chicchi F. (a cura di), Pensare il rovescio. Psicoanalisi in movimento, Galaad Edizioni, Giulianova, pp. 211 - 222.
M. Recalcati, Jacques Lacan. La clinica psicoanalitica: struttura e soggetto, Cortina, Milano, 2016, pp. 579-636.

Bibliografia di riferimento
Z. Bauman, La solitudine del cittadino globale, Feltrinelli, Milano, 2000.
A. Ehrenberg, La società del disagio. Il mentale e il sociale, Einaudi, Torino, 2010.
M. Foucault, Nascita della biopolitica. Corso al Collége de France 1978-1979, Feltrinelli, Milano, 2005.
S. Freud, Il disagio della civiltà e altri saggi, Boringhieri, Torino, 1987.
J. Lacan, Il Seminario. Libro XVI. Da un Altro all’altro (1968-1969), Einaudi, Torino, 2019.
J. Lacan, Il Seminario. Libro XVII. Il rovescio della psicoanalisi (1969-1970), Einaudi, Torino, 2001.
J. Lacan, “Del discorso psicoanalitico (Milano 12 maggio 1972)”, in Lacan in Italia, La Salamandra, Milano, 1972.
J. Lacan, Altri scritti, Einaudi, Torino, 2013.
F. Lolli, L’epoca dell’inconshow. Dimensione clinica e scenario sociale del fenomeno borderline, Mimesis, Milano – Udine, 2012.
S. Mistura (a cura di), Figure del feticismo, Einaudi, Torino, 2001.
A. Pagliardini, R. Ronchi (a cura di), Attualità di Lacan, Textus Edizioni, L’Aquila, 2014.
A. Pagliardini, Il sintomo di Lacan, Galaad Edizioni, Giulianova, 2016.
M. Recalcati, L’uomo senza inconscio, Figure della nuova clinica psicoanalitica, Cortina, Milano, 2010.
M. Recalcati, Jacques Lacan. Godimento, desiderio e soggettivazione, Cortina, Milano, 2012.

Ultima modifica il Giovedì, 23 Gennaio 2020 11:57

IRPA Milano

D.D. 12/10/2007 - G.U. n. 248 del 24/10/2007
via Pestalozza 12/14, 20131 Milano.
tel 346.4913642

IRPA Grottammare

D.D. 15/11/2011 - G.U. n. 283 del 05/12/2011
Via G. Matteotti, 41 - Grottammare (AP)
tel. 329.8447695

Banner rinvio