Storia delle istituzioni di cura della malattia mentale

Docente

Vite precarie

Contenuti
Hilflosigkeit, l’impotenza iniziale, lo smarrimento assoluto di cui parla Lacan, costituisce il punto di partenza per prendere in esame il concetto di precarietà e del suo valore fondante nelle relazioni umane. Questione radicale che consente di approfondire la clinica del lutto e del trauma, occasione per rileggere i funzionamenti istituzionali nella loro dimensione etica e politica e, soprattutto, come suggerisce Lacan nel Seminario su L’etica della psicoanalisi, opportunità per “sapere che cosa possiamo farne di questo dam, di questo danno, per trasformarlo in dame, in dama, nella nostra dama”.

Bibliografia d’esame
F. Ansermet e P. Magistretti, Gli enigmi del piacere, Bollati Boringhieri, Torino 2012, pp. 53-64
S. Freud,
Al di là del principio di piacere, in id., Opere, vol. IX, Bollati Boringhieri, Torino 1977, pp. 193-219

Bibliografia di riferimento
G. Agamben, Homo sacer. Il potere sovrano e la nuda vita, Einaudi, Torino 1995
G. Borradori,
Filosofia del terrore. Dialoghi con Jurgen Habermas e Jacques Derrida, Laterza, Roma-Bari 2003
J. Butler,
Vite precarie. I poteri del lutto e della violenza, Postmedia Books, Milano 2013
A. Cavarero,
Orrorismo, ovvero della violenza sull’inerme, Feltrinelli, Milano 2007
M. Foucault,
Bisogna difendere la società, Feltrinelli, Milano 1998
M. Foucault,
Il potere psichiatrico. Corso al College de France (1973 - 1974), Feltrinelli, Milano 2004
S. Freud,
Progetto di una psicologia, in id., Opere, vol. II, Bollati Boringhieri, Torino 1968
S. Freud,
Lutto e melanconia, in id., Opere, vol. VIII, Bollati Boringhieri, Torino 1976

Ultima modifica il Mercoledì, 02 Gennaio 2019 14:09

IRPA Milano

D.D. 12/10/2007 - G.U. n. 248 del 24/10/2007
via Giovanni da Procida, 35/A - Milano
tel 346.4913642

IRPA Grottammare

D.D. 15/11/2011 - G.U. n. 283 del 05/12/2011
Via G. Matteotti, 41 - Grottammare (AP)
tel. 329.8447695